Scicli – Chiesa di Santa Teresa. Esplora a 360°

Chiesa di Santa Teresa

La settecentesca chiesa di Santa Teresa, oggi chiusa al culto e di proprietà comunale, conclude via F. Mormina Penna. La sua facciata rettangolare semplice è impreziosita da una finestra quadrangolare quadribolata finemente lavorata, posta sopra il portale e, si conclude in alto, con un loggiato a tre arcate al quale si affianca la cella campanaria.

i Love Scicli tour 360°
Guarda la chiesa di Santa Teresa a 360°

(esplora a 360°: usa il mouse o sposta lo smartphone)

L’interno, ad unica navata, appare subito luminoso e accattivante grazie ai colori della volta e agli stucchi bianchi. I lavori in gesso, stucco e pietra sono stati eseguiti da Pietro Cultraro tra il 1755 e il 1762.
Il pavimento bianco e nero del 1756 è considerato una delle più interessanti pavimentazioni della provincia di Ragusa per le sue forme geometriche: è costituito da lastre in pietra bianca di Comiso e pietra pece nera di Ragusa. Il pavimento dell’abside, invece, risale al 1761 ed è costituito da maioliche di di Vietri sul Mare.
Solo tre gli altari lignei, successivamente indorati, presenti nella fabbrica. Interessante è l’altare centrale, che presenta degli inusuali specchi inseriti all’interno di cornici dette plance. La pala d’altare è realizzata da Don Filippo Fangelli nel 1667 che ha, per soggetto, una estasi di Santa Teresa. Da menzionare anche un crocifisso con rose appartenente al periodo seicentesco.

Chiesa di Santa Teresa di Scicli
santa-teresa (ph. Andrea Di Rosa)

Al momento l’edificio è utilizzato come spazio espositivo ed arricchito da installazioni con pregiati distacchi di affreschi provenienti dal Convento di Santa Maria della Croce e dal Convento dei Cappuccini di Scicli. I primi sono ante-terremoto 1693 datati tra il tardo XV sec. e il XVII sec., i secondi sono del XVIII sec.

Guarda tutti monumenti su i Love Scicli tour 360°

chiese e monumenti di Scicli a 360°
I love Scicli tour 360°

L'articolo Scicli – Chiesa di Santa Teresa. Esplora a 360° proviene da I Love Scicli.

I Love Scicli

Condividi: